Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva

Egidio Aniello Bove in ricordo di Gianni

Credo che Maurizio Brasini abbia colto un punto essenziale, di quell’essenziale che è invisibile agli occhi, l’eidos che rende qualcuno ciò che è. E che diventa una preziosa eredità che si declina in mille modi, dal noi paritetico come obiettivo a cui tendere nel lavoro clinico, al noi affiliativo della comunità di cui facciamo parte. Lo stesso noi che ha permesso all’uomo di non estinguersi. Ho respirato quel “noi” le poche volte che ho incontrato Gianni Liotti come allievo. E sono contento di continuare a respirarlo adesso, nei confronti di persone che per la maggior parte non conosco. Come fratelli divisi alla nascita, che magari non hanno nulla in comune, ma che si ritrovano a piangere lo stesso padre.

 

Un abbraccio

Dott. Egidio A. Bove

Gianni Liotti, padre del cognitivismo
"Libro delle condoglianze" E’ con infinito dolore che comunichiamo la morte di Gianni Liotti, fondatore della nostra Società e scienziato illustre di fama internazionale. Gianni Liotti ha contribuito in modo determinante allo sviluppo della psicoterapia cognitiva e alla conoscenza e approfondimento delle teorizzazioni sull’attaccamento e sull’evoluzionismo. I suoi studi sull’eziopatogenesi e sul trattamento dei disturbi dissociativi nonché sulla dimensione interpersonale della coscienza e sui Sistemi Motivazionali Interpersonali rimarranno pilastri fondamentali della letteratura psicologica e psichiatrica che ha formato, e continuerà a formare, migliaia di psicologi, psichiatri e psicoterapeuti. Non ci dimenticheremo mai di quanto Gianni ci ha donato.
Quaderni in digitale
Scheda iscrizione
Iscriviti alla SiTCC
Bilanci societari
Dalle Sezioni Regionali
Ultimi eventi
La parola ai Past President